clicca per info

Segui Redazione Online Network su Facebook


Home Notizie Ultime G7: anche la mandorla di Toritto nel menù per il "Vertice dei Grandi" in Puglia

Condividi questa pagina con i tuoi amici

 

G7: anche la mandorla di Toritto nel menù per il "Vertice dei Grandi" in Puglia

PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione Online Network    Mercoledì 12 Giugno 2024 14:06

Dal 13 al 15 giugno 2024 in Puglia si terrà il rinomato G7, evento sotto la Presidenza italiana, nell'incantevole resort di Borgo Egnazia, nel Brindisino. Tra le varie curiosità organizzative, da segnalare la cena con la presenza nel menù della mandorla di Toritto.

 


L'incantevole resort di Borgo Egnazia, a Fasano è pronto ad aprire le porte ai Grandi del G7. Tra ville da sogno e orecchiette. Dove il lusso si combina in maniera sorprendente con la tradizione in una struttura, avvolta nel verde, a due passi dal mare di Savelletri.

Dalle 18:00 circa del 13 giugno, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, accompagnato dalla figlia Laura, accoglierà nel Castello Svevo di Brindisi, insieme al premier Giorgia Meloni, i capi di Stato ospitati in Puglia fino al 15 giugno. Tra i partecipanti la prima volta di un Papa, che dovrebbe essere a Borgo Egnazia venerdì 14 giugno, solo per alcune ore, anche se il Vaticano non ha ancora ufficializzato i dettagli.

Tantissime le curiosità sulle varie testate giornalistiche nazionali e internazionali.

Il livello dei controlli è stato innalzato al massimo con la sospensione del trattato di Schengen in occasione del summit. Le misure speciali riguardano soprattutto Savelletri, Fasano e Brindisi, ma anche alcune zone attorno alla Fiera del Levante di Bari dove è stato allestito il media center con circa 1.600 giornalisti da tutto il mondo. Occorre scongiurare ogni rischio di attentati. Per questo fino al 16 giugno anche i residenti nelle zone di massima sicurezza potranno accedere e circolare solo con appositi pass. Vietato per tutti fare il bagno in mare. Chi dovrà raggiungere le aree a ridosso dei resort sarà controllato e scortato dall'imponente servizio di forze dell'ordine: circa 7.500 gli uomini e le donne in campo.

A Brindisi, giovedì 13, in occasione della cena dei Capi di Stato, saranno anche chiusi per tutta la giornata i locali commerciali nella zona rossa. Corrieri, rider e taxi non potranno accedere con i propri veicoli dalle 7 del mattino. Sospesa anche la raccolta dei rifiuti.

Durante la cena inaugurale del forum sarà interdetto lo spazio aereo sulla città e nei giorni successivi la no fly zone riguarderà anche alcune aree a sud-ovest di Bari e Polignano a Mare.

In generale, nelle zone in cui soggiorneranno i capi di Stato, tra Borgo Egnazia e la Masseria San Domenico, gli aeromobili che non seguiranno le prescrizioni potranno essere soggetti ad azioni di difesa area. Pronta anche una batteria antimissilistica Samp-T. Il mare sarà sorvegliato dalle navi della Marina militare e dagli 'uomini rana'. Su tutte le fasi dell'evento vigileranno la Sala operativa interforze (Soi), dove confluiranno anche le immagini delle telecamere dislocate su tutto il territorio. Manifestazioni pacifiche sono state annunciate dal tavolo di coordinamento No G7, ma anarchici e antagonisti potrebbero infiltrarsi.

Ai leader e ai rispettivi staff sarà offerto un menu "leggero" di quattro portate al Castello Svevo di Brindisi.

E la Puglia intende conquistare anche il palato degli ospiti internazionali con piatti e ingredienti della propria tradizione. Dell'allestimento e di tutti gli aspetti organizzativi si sta occupando l'imprenditore Pierangelo Argentieri, presidente di Federalberghi Brindisi, amministratore di diverse strutture ricettive e direttore di Tenuta Moreno.

"Cominceremo con uno scorfano - anticipa Argentieri - con pomodorini secchi ed erbe aromatiche, accompagnati da barattieri e pomodorini fiaschetto di Torre Guaceto". Il secondo piatto sarà "in parte un omaggio alla cucina italiana. Parliamo di tortelli ripieni di gallinella, quindi di pesce, con julienne di pesce serra affumicato". Ed ancora, "il filetto di dentice alle mandorle di Toritto e una crema di burrata di Andria con crumble di tarallo dolce e ciliegie ferrovia". Le pietanze saranno accompagnate dal rinomato vino locale, poi l'amaro Carduus di Brindisi e il caffè Fadi di una torrefazione sempre del capoluogo messapico.

Enzo Iannacone, cavaliere del gelato, ha voluto omaggiare i Grandi della Terra creando nel suo laboratorio di Grottaglie il gelato al gusto di G7. "Sono sette i gusti - spiega - uno per ogni Paese membro del forum: biscotto di Ceglie Messapica, sospiro di Bisceglie, colombino di Manduria, mandorla di Toritto, cupeta salentina, caciocavallo ubriaco di Martina Franca, ciliegia ferrovia di Turi". Sette palline delicatamente adagiate su una coppa forgiata dalle sapienti mani di maestri d'arte nel quartiere delle ceramiche. Un gelato che "vuole emozionare i leader mondiali a ogni assaggio".


 

 
 
 
 
 
 
 
 
 

Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti. LA REDAZIONE NON E' RESPONSABILE DEI COMMENTI INSERITI: l'autore si assume tutte le responsabilità sul contenuto del proprio commento. I commenti diffamatori saranno consegnati alle autorità competenti, che potranno risalire agli autori dei messaggi. Per commentare tramite Facebook cliccare sul link al gruppo Facebook "Torittonline.it" (clicca qui).

Share
Ultimo aggiornamento Lunedì 17 Giugno 2024 09:35
 
Torittonline.it