IL THORBIKER CONTRO I GUARD RAIL ASSASSINI! DOMENICA 10 LUGLIO A TORITTO

Stampa
Scritto da Anna Paola Rella    Venerd√¨ 10 Giugno 2011 08:17

altPer protestare contro la situazione italiana domenica 10 luglio il ThorBiker scende in strada, aderendo alla “Giornata Nazionale contro i Guard Rail Assassini”, con una manifestazione presso il Parco Storico di Toritto (sp Toritto-Quasano). ...

 

 

 

 

 

 

 

 

IL THORBIKER CONTRO I GUARD RAIL ASSASSINI!

 

“Il 13 giugno 2008 i membri del CEN (Comitato Europeo per la Normalizzazione) hanno approvato un documento che impone l’aggiornamento degli standard di sicurezza delle barriere (guardrail), che dovranno quindi tenere conto dei motociclisti, riducendo i rischi di lesioni e di morte.”

Questo è quanto si legge nel comunicato stampa del Coordinamento Motociclisti del 16 giugno di ben tre anni fa, ma ad oggi nulla è cambiato!

 “Per primi in Italia abbiamo pensato anche ai motociclisti nella progettazione di un dispositivo di sicurezza, in modo da contribuire a ridurre la mortalità degli incidenti per questa categoria di utenti. L’installazione delle nuove barriere potrà avvenire progressivamente sulla nostra rete”.

Questo è quanto dichiarato dall’Anas, attraverso il sito www.stradeanas.it e la rivista specializzata “Le strade”, nel settembre 2009, annunciando l’avvio della nuova barriera di protezione stradale “ANAS H2 Bordo Laterale–SM”, in cui SM sta per “salva motociclisti”, ma ad oggi nulla è cambiato!

 

 

Per protestare contro la situazione italiana domenica 10 luglio il ThorBiker scende in strada, aderendo alla “Giornata Nazionale contro i Guard Rail Assassini”, con una manifestazione presso il Parco Storico di Toritto (sp Toritto-Quasano).

 

La strada è degli automobilisti ma anche dei motociclisti. L’Italia ha il primato del maggior numero di mezzi a due ruote in circolazione (circa 9 milioni), un ottavo di tutti i veicoli circolanti, e quasi un terzo dei feriti e morti totali sono motociclisti. Diverse sono le cause ma troppe sono state e continuano ad essere le vittime di quelle barriere che dovrebbero rappresentare una protezione e che sempre più spesso si trasformano in una ghigliottina fatale!

“Un urto contro un oggetto rigido alla velocità di 70 km/h (una velocità rispettosa dei limiti imposti dal Codice Stradale) equivale a cadere al suolo dal 6° piano di un edificio, e ciò è largamente sufficiente per uccidere sul colpoqualsiasi motociclista, anche se equipaggiato con tutte le protezioni disponibili.”

Gli attuali guard rail costituiscono un pericolo mortale non solo per i motociclisti ma anche per ciclisti e automobilisti. Per questo motivo non possiamo rimanere a guardare! Per questo motivo siete tutti invitati a partecipare!

 

alt

 

( a cura di Anna Paola Rella )

 

 

Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti. LA REDAZIONE NON E' RESPONSABILE DEI COMMENTI INSERITI: l'autore si assume tutte le responsabilità sul contenuto del proprio commento. I commenti diffamatori saranno consegnati alle autorità competenti, che potranno risalire agli autori dei messaggi. Per commentare tramite Facebook cliccare sul link al gruppo Facebook "Torittonline.it" (clicca qui).