clicca per info

Segui Redazione Online Network su Facebook


Rifiuti Ingombranti
RIFIUTI INGOMBRANTI
NUMERO VERDE

TORITTO - 800.036.459
(attivo lun-ven 9:00-12:00)

Home Notizie Ultime La torittese Giovanna Chiapperino in Serie A Basket: "Dopo tanti sacrifici, si realizza il mio sogno. Lo dedico a chi ha sempre creduto in me e continua a spronarmi"

Condividi questa pagina con i tuoi amici

 

La torittese Giovanna Chiapperino in Serie A Basket: "Dopo tanti sacrifici, si realizza il mio sogno. Lo dedico a chi ha sempre creduto in me e continua a spronarmi"

PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione Online Network    Martedì 20 Aprile 2021 13:20

La 16enne torittese Giovanna Chiapperino ha esordito nella Massima Categoria del Basket Femminile italiano. La nostra Redazione l'ha incontrata, per una breve intervista.

 

Come già anticipato dalla nostra Redazione, una giovane torittese è approdata nella Serie A del Basket italiano: si tratta della 16enne Giovanna Chiapperino.

A 9 anni iniziava la sua carriera sportiva, proprio nella sua Toritto, nell’Associazione AGSD Basket Toritto. Dopo 4 anni, la possibilità del salto di categoria, con la convocazione nel Battipaglia, e il suo “cambio di vita”, con trasferimento immediato nella nuova squadra e la successiva crescita sportiva, professionale e soprattutto personale.

La nostra Redazione l'ha incontrata per un’intervista in esclusiva.

Ciao Giovanna, e grazie della disponibilità. Come è nata la tua passione per la pallacanestro?
Ciao a tutti voi della Redazione di Torittonline.it e ai vostri lettori, grazie a voi soprattutto. Avevo 9 anni e mi sono affacciata all’AGSD Basket Toritto per la prima volta. È stato lì che mi sono subito affezionata a questo sport, e l’ho iniziato ad amare talmente tanto, che è diventata una vera e propria mia passione, fino all’età di 13 anni.

Puoi raccontarci cosa ti è successo a 13 anni?
Mi sono trovata di fronte ad una scelta importante, scelta di vita già a 13 anni, e ho deciso di intraprendere un’esperienza che penso sia stata la più difficile, almeno per il momento: quella di trasferirmi a Battipaglia in una nuova squadra, lasciando la mia famiglia e i miei amici, per seguire il mio sogno.

Come mai hai scelto la pallacanestro?
Questo sport mi ha colpito immediatamente, dal primo istante. All’inizio non sapevo nemmeno cosa fosse, anche perché stavo per iniziare a giocare a pallavolo. Ma entrando a far parte della AGSD ho cambiato subito idea e ho capito che il basket sarebbe diventato non solo il mio sport, ma la mia vita.

Che cosa ti ha colpito di più di questo sport?
Lo spirito di squadra, il senso di unione, il fatto di creare un gruppo che lotta insieme per uno stesso obiettivo, diventando una vera e propria nuova famiglia, unita e compatta, in campo e anche fuori.

Dunque a 13 anni ti sei trasferita a Battipaglia, con tanti sacrifici, ma anche tante successive soddisfazioni. Cosa ti è piaciuto di più di questa “nuova vita” fuori Puglia?
Come avete detto bene, enormi sacrifici, ma tantissime soddisfazioni. E la cosa che mi ha colpito subito è stato il modo in cui mi hanno accolto a Battipaglia e soprattutto aver conosciuto nuove persone che hanno creduto e continuano a credere in me.

Cosa invece ti è mancato subito della tua Toritto?
Sicuramente tutti i miei amici con i quali trascorrevo tanto tempo, ma soprattutto la mia squadra AGSD.

L’11 giugno compirai 17 anni...e hai già realizzato il tuo sogno di esordire in Serie A. Come ti vedi da qui a 10 anni e quali sono i tuoi prossimi sogni?
Da qui a 10 anni non saprei proprio vedermi, è una domanda molto difficile. Vi posso solo dire che spero di continuare a vivere più possibile questo mio sogno del Basket, sogno di continuare a frequentarlo con la stessa passione che ho sempre avuto e che ho ancora. E magari realizzare in futuro anche il sogno di vedermi laureata.

Il tuo primo pensiero al momento dell’esordio in Serie A?
Il mio primo pensiero è stato quello che mi sto divertendo tantissimo e che devo continuare a coltivare la mia passione, divertendomi e senza pensare a null’altro.

Una dedica particolare?
Si, l’esordio in Serie A, realizzazione del mio più grande sogno, lo dedico totalmente alla mia famiglia, che ha sempre creduto in me, e che mi ha sempre sostenuto, in tutti i modi possibili. Ma non solo. La mia dedica particolare va a tutte quelle persone che ho conosciuto in questi anni che mi hanno sempre spronato a fare meglio, ad andare avanti, a perseguire il mio sogno, e che continuano a spronarmi ogni giorno, dandomi la giusta carica a fare sempre meglio.

Grazie Giovanna per la tua disponibilità e ti facciamo un grosso “in bocca al lupo” per la tua carriera.
Grazie a voi della Redazione di Torittonline.it e “crepi il lupo”. Un saluto a tutti i vostri lettori e a Toritto e a tutti i torittesi! Vi mando un grosso abbraccio a tutti. Grazie di cuore.

 

 

 

 

 

 

Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti. LA REDAZIONE NON E' RESPONSABILE DEI COMMENTI INSERITI: l'autore si assume tutte le responsabilità sul contenuto del proprio commento. I commenti diffamatori saranno consegnati alle autorità competenti, che potranno risalire agli autori dei messaggi. Per commentare tramite Facebook cliccare sul link al gruppo Facebook "Torittonline.it" (clicca qui).

Share
Ultimo aggiornamento Martedì 20 Aprile 2021 15:35
 

REDAZIONE ON LINE

alt
alt

Gruppo Grumonline su Facebook

Gruppo Torittonline su Facebook

 

Community Login

L'iscrizione è GRATUITA!

I nostri visitatori

Oggi1821
Ieri1595
Questa settimana1821
Questo mese33592
Torittonline.it