clicca per info

Segui Redazione Online Network su Facebook


Stella Revisioni-Officina

Nicola Stella - Revisioni - Elettrauto

Rifiuti Ingombranti
RIFIUTI INGOMBRANTI
NUMERO VERDE

TORITTO - 800.036.459
(attivo lun-ven 9:00-12:00)

Home Storia di Quasano STORIA DELLA MADONNA DEGLI ANGELI "LA MADONNA DI QUASANO"

Condividi questa pagina con i tuoi amici

 

STORIA DELLA MADONNA DEGLI ANGELI "LA MADONNA DI QUASANO"

PDF Stampa E-mail
Scritto da Angela Casamassima    Martedì 05 Giugno 2012 10:19

alt

Storia, cultura e tradizione in vista dei festeggiamenti della Madonna Degli Angeli...
 
 
 
 
 
 
 
 
QUASANI
 Quasano deriva dalla frase detta da una duchessa di Toritto "Qua si sana" perchè, ammalatasi di una malattia respiratoria, le fu consigliato di respirare aria pura. Ella si recò in un suo podere chiamato "Conca D'ora" ove dopo un po di tempo guarì. Allora per ringraziare la Madonna, poco dopo donò del pane agli abitanti di quella zona pastori e agricoltori. Questa tradizione si è rafforzata col passare degli anni. Nel 1880 fu costruito il nuovo santuario, poi si formò un comitato organizzatore che ogni anno, ed ancora oggi, ripeteva la tradizione festeggiando la Madonna.
 
L'origine della devozione
 
Come ogni anno, con la chiusura delle scuole, le famiglie di Toritto si preparano a trasferirsi nella ridente borgata di Quasano per riaprire le case rimaste chiuse tutto l'inverno, per sistemarle e ripulirle in previsione dei festeggiamenti della Madonna degli Angeli.
La devozione della Madonna risale  a tempi remoti. Si narra che in un campo nella zona dove ora risiede la chiesa, un contadino intento ad arare la terra, vide i suoi buoi fermarsi vicino un albero di quercia e inginocchiarsi. Il contadino meravigliato si avvicinò ai buoi e vide un quadro con l'immagine della Madonna degli Angeli. Da allora, attraverso gli anni, questa devozione si è trasformata in una festa caratterizzata anticamente dai carri devozionali costituiti da carretti trainati da buoi e cavalli e creati con materiali poveri presenti nell'ambiente quali rami di querce sacchi e teli e attualmente da moderni carri costruiti in maniera tecnologica e trasportati da trattori di ultima generazione. La festa rappresenta ancora oggiun'occassione partecipata di fede e di cultura da parte di tutta la popolazione residente, dei concittadini emigranti e di visitatori di paesi lontani.
 
( frammento tratto da: U TAULùR ) 
 
 
 
 
( a cura di Angela Casamassima )
 
 
 

Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti. LA REDAZIONE NON E' RESPONSABILE DEI COMMENTI INSERITI: l'autore si assume tutte le responsabilità sul contenuto del proprio commento. I commenti diffamatori saranno consegnati alle autorità competenti, che potranno risalire agli autori dei messaggi. Per commentare tramite Facebook cliccare sul link al gruppo Facebook "Torittonline.it" (clicca qui).

Share
 

REALIZZAZIONE SITI WEB

Vai su WebInvent

REDAZIONE ON LINE

alt
alt

Gruppo Grumonline su Facebook

Gruppo Torittonline su Facebook

 

Community Login

L'iscrizione è GRATUITA!

I nostri visitatori

Oggi2504
Ieri4412
Questa settimana2504
Questo mese59774
Torittonline.it